Furlan:1° dicembre, sciopero per dare valore al lavoro pubblico.

Care Delegate/i, Care Iscritte/i,

con le categorie della scuola e di tutto il Pubblico Impiego abbiamo proclamato per il 1° dicembre uno sciopero che, rivendicando i rinnovi contrattuali di questo importante settore del mondo del lavoro, dà sostanza al ruolo e alla funzione fondamentale del sindacato. Uno sciopero alla cui riuscita e visibilità tutte le strutture territoriali e regionali della Cisl sono impegnate ad assicurare il massimo sostegno.
Non è accettabile che un contratto resti ancora bloccato, nonostante siano passati sei anni dall’ultimo rinnovo; non è accettabile che tanti lavoratori si vedano negare la possibilità di un confronto sulle trasformazioni che, in tempi di così rapidi cambiamenti, investono le loro professionalità; non è accettabile l’ostilità, il disprezzo, l’arroganza   con cui da troppo chi lavora nel pubblico viene trattato.
Le ragioni e gli obiettivi dello sciopero sono gli stessi che hanno visto concludere con una grande manifestazione, l’8 novembre, una prima fase di mobilitazione che indicava nel rinnovo del contratto la risposta credibile per un’attenzione che non può essere fatta solo di parole e di annunci. Una richiesta avanzata in modo chiaro, con fermezza e con responsabilità, dalle lavoratrici e lavoratori e dalle loro organizzazioni di rappresentanza.
Una richiesta che il governo, nell’incontro del 17 novembre, diversamente che su altri aspetti, non ha voluto prendere minimamente in considerazione. Da qui la risposta necessaria e inevitabile dello sciopero che avrebbe potuto e dovuto essere unitario. Non è stato così perché altri non hanno ritenuto che valesse la pena lasciare al tema del lavoro pubblico  la stessa centralità che ha permesso di impostare e seguire percorsi di mobilitazione ampiamente condivisi.
La forzatura di voler ricondurre la vertenza dentro contesti su cui era nota a tutti l’esistenza di valutazioni e scelte diverse, ci ha costretti a individuare la data del 1 dicembre per la proclamazione di uno sciopero per noi irrinunciabile, le cui forti ragioni non potevano, in questa fase, confondersi e disperdersi con altre.
Il pluralismo sindacale, che è nella storia e nella cultura del nostro paese, impone a tutti di saper vivere anche i momenti in cui prevalgono le differenze, come passaggi difficili ma comunque utili a individuare poi i punti comuni e forti che ci uniscono nella difesa del lavoro e delle sue tutele.

Un caro saluto
Roma, 21 novembre 2014                                                                                                                          Annamaria Furlan

CISL LAVORO PUBBLICO: SCIOPERO.

Il 1° dicembre i lavoratori dei servizi pubblici incroceranno le braccia, dando continuità alla mobilitazione e alla manifestazione dell’8 novembre scorso”. La decisione è stata annunciata da Francesco Scrima, coordinatore delle categorie della Cisl Lavoro pubblico, che conferma “la richiesta alle federazioni di Cgil e Uil di convergere sulla data per un’azione che rappresenta la naturale prosecuzione dell’azione unitaria fin qui messa in atto”. Continue reading “CISL LAVORO PUBBLICO: SCIOPERO.” »

Chiusura temporanea degli uffici.

Si comunica che i servizi di consulenza in data odierna sono sospesi, pertanto gli uffici della sede centrale (Via Assarotti 19/2) di Chiavari (P.zza Roma 36/2)  e di Sestri Levante (Via Fasce 132) oggi resteranno chiusi.
L’attività di consulenza riprenderà regolarmente a partire da martedì 11 novembre.
Ci scusiamo per il disagio.
La Segreteria Territoriale.

Il sindacato che fa democrazia: rinnovo RSU dal 3 al 5 marzo

Si voterà dal 3 al 5 marzo 2015 in tutte le scuole per il rinnovo delle RSU. Negli stessi giorni saranno interessati al voto tutti i settori del lavoro pubblico. Un grande appuntamento di democrazia che basterebbe da solo a fare giustizia di qualche infelice battuta sulla rappresentatività del sindacato. Al nostro premier vorremmo ricordare che nel 2012 partecipò al voto l’80% del personale scolastico, che si espresse a larghissima maggioranza di consensi (oltre il 70%) per le organizzazioni confederali. Le stesse organizzazioni che ieri sono state invitate a “farsi eleggere” (da chi eletto non è) per avere il diritto di trattare.
Le elezioni RSU sono un evento di grande significato e valore, un’occasione preziosa che il sindacato ha di rinsaldare la sua presenza diffusa e capillare sui luoghi di lavoro; ma è soprattutto la disponibilità di tanti lavoratori ad assumere direttamente ruoli di rappresentanza e di contrattazione a farne un momento di democrazia autentica e partecipata. Continue reading “Il sindacato che fa democrazia: rinnovo RSU dal 3 al 5 marzo” »

“Il MIUR ascolta il territorio”. Un’intera regione in meno di due ore…

D’accordo, la Liguria non è il Texas (anche se per andare da Houston a Dallas forse ci vuole meno che da Ventimiglia a La Spezia); ma che per ascoltare il territorio – nonostante si tratti solo di una “scarsa striscia di terra che orla il mare” – possano bastare un’ora e 15 minuti ci sembra davvero eccessivo. Anche se autore dell’impresa è il giovane e velocissimo Capo di Gabinetto del MIUR, che dalle 14,40 alle 15,00 presenta ai convenuti le 136 pagine del rapporto Buona Scuola e nei restanti 75 minuti ascolta gli interventi, segue la discussione e trae le conclusioni. Sarà per facilitare l’ascolto che il terreno è stato preventivamente sgombrato da ogni fastidiosa erbaccia, nella fattispecie le organizzazioni sindacali, notoriamente estranee alla realtà del territorio e che gli “organizzatori” si sono ben guardati dall’invitare all’incontro. Ce ne faremo una ragione, direbbe il premier. Ma se questa è la consultazione, quella che il governo ha in mente sarà davvero una scuola buona?
Per la cronaca: il riferimento è all’incontro svoltosi a Savona martedì 21 ottobre, come si può vedere dalla locandina scaricabile dal sito dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Bando TFA di sostegno

E’ stato pubblicato dall’università di Genova il bando per l’ammissione ai percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per l’attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità a.a. 2014/15. I posti disponibili  sono:

- Scuola dell’infanzia posti n. 40
– Scuola primaria posti n. 40
– Scuola secondaria di primo grado posti n. 40
– Scuola secondaria di secondo grado posti n. 20

Sono ammessi alla selezione gli aspiranti in possesso dell’abilitazione all’insegnamento in Italia per il grado di scuola richiesto, ivi compresi i titoli equivalenti. La domanda di ammissione deve essere effettuata esclusivamente on-line entro le ore 12 del 14/11/2014.

Ciao Adriano

Ci ha lasciati il 17 ottobre Adriano Bertolini, segretario generale della Flc Cgil Liguria. Lunedì scorso gli è stato reso l’estremo saluto presso la chiesa Valdese di Genova Sampierdarena. Abbiamo voluto anche noi essere presenti, per dare testimonianza, anzitutto ai suoi famigliari, della stima e dell’affetto che Adriano ha sempre ricevuto anche da chi, come noi, appartiene a un’altra organizzazione ma ne ha in tante occasioni apprezzato le doti di brillante intelligenza, di straordinaria apertura al dialogo e al confronto, di profonda umanità. Una grande perdita per il mondo della scuola e per tutto il sindacato.

Adriano Bertolini

Supplenze Ata, riaperte le aree per la scelta delle scuole (allegato D3)

Sono state riaperte le aree per l’inserimento – via web, in “Istanze OnLine” del sito del MIUR – dell’allegato D3 (scelta delle sedi) relativo alle domande di inclusione nelle graduatorie d’istituto di terza fascia per le supplenze del personale ATA.
Tali funzioni saranno disponibili fino alle ore 14.00 del 15 novembre.