SCRIMA: anche il rinvio delle prove Invalsi dimostra che la protesta è corale.

La giornata del 5 maggio vedrà una corale partecipazione dei lavoratori della scuola allo sciopero proclamato dalle organizzazioni sindacali rappresentative per cambiare profondamente i contenuti del disegno di legge in discussione alle Camere. Nessuno può leggerla come un momento di sfogo o di semplice protesta, abbiamo ben chiaro il modello di scuola che vogliamo difendere dai rischi di stravolgimento che nascono da proposte disancorate dalla reale esperienza che quotidianamente si vive nelle nostre aule. Altro che sindacati intenti a difendere se stessi: il governo sta prendendo ogni giorno di più coscienza che la nostra mobilitazione raccoglie ed esprime sensibilità e giudizi largamente condivisi, di dissenso verso le sue proposte, di preoccupazione, di sostegno a un’idea di scuola come comunità educante, in cui la cooperazione è fattore essenziale di efficacia e qualità ben più della competizione. Quello del 5 maggio sarà uno sciopero ampiamente partecipato, perché fortemente sentito. La stessa discutibile decisione dell’Invalsi di rinviare i test ad altra data è la prova lampante di una consapevolezza che non è più, evidentemente, soltanto nostra.

Roma, 27 aprile 2015
Francesco Scrima, segretario generale CislScuola

Graduatorie provinciali provvisorie dei docenti titolari D.O.P. 2015/2016

L’ Ufficio Scolastico di Genova ha provveduto a pubblicare in data odierna le graduatorie provinciali provvisorie del personale DOP, distinte per classi di concorso, redatte ai sensi dell’art. 23 – lettera B – comma 20 – del C.C.N.I. concernente la mobilità del personale docente, sottoscritto il 23 febbraio 2015.
Gli interessati potranno produrre motivato reclamo avverso le predette graduatorie entro 10 giorni dalla data odierna e precisamente entro il 7 maggio 2015.
graduatoria provvisoria as 2015-16

Ricorso per GAE e Stabilizzazione

G   Siete invitati/e a partecipare all’incontro con il nostro legale,
l’ Avvocato Luigi Alberto Zoboli il giorno 30 Aprile 2015 presso la sala BI BI service in Via XX Settembre 41 3*piano alle ore 14,30.
Il ricorso riguarda l’inserimento in 3° fascia delle GAE per i diplomati dell’Istituto Magistrale a seguito della sentenza del Consiglio di Stato, n. 1973, depositata il 16 aprile 2015, che ha riconosciuto ai ricorrenti il diritto ad essere presenti nelle graduatorie ad esaurimento.
Sarà possibile attivare un unico ricorso per coloro  che chiedono contestualmente la stabilizzazione del rapporto di lavoro dopo aver maturato 36 mesi di servizio e in subordine l’inserimento nelle GAE ed eventuale indennizzo con il riconoscimento dei benefici retributivi.
Si ricorda che è necessario contattare le nostre strutture per istruzioni e conferma.

Infanzia: mobilità 2015/2016

In data odierna il Miur ha pubblicato i movimenti (trasferimenti e passaggi) del personale della scuola dell’infanzia. Di seguito gli elenchi dei movimenti suddivisi per provincia, l’elenco nazionale e il riepilogo nazionale

GE_trasferimenti_infanzia_15-16

IM_trasferimenti_infanzia_15-16

SP_trasferimenti_infanzia_15-16

SV_trasferimenti_infanzia_15-16

bollettino movimenti infanzia 2015_16

tabulato movimenti infanzia 2015_16

Scrima: sulla scuola Renzi ha molto da imparare e ben poco da insegnare

Il premier Renzi dichiara che lo sciopero della scuola “fa ridere”: incapace di comprenderne le ragioni, con quella battuta conferma soltanto la sua superficialità, la sua presunzione e la sua scarsa conoscenza di una realtà, quella della scuola, su cui ha molto da imparare e ben poco da insegnare. Si può ben comprendere come gli serva “un’intensa campagna di comunicazione” per far capire cosa prevede il suo progetto, tante sono state, in questi mesi, le versioni che ne ha proposto: ogni volta diverse, spesso stravaganti, sempre ugualmente lontane da ciò che servirebbe davvero alla scuola per cambiare in meglio.
Oggi il disegno di legge è lì, nero su bianco, a dirci quali e quante attese siano state prima suscitate e poi frustrate, a partire da un tema drammatico come quello del precariato; quanti problemi siano stati disattesi e quanti posti malamente, mettendo a grave rischio l’idea di scuola come comunità che insieme condivide la responsabilità di un progetto educativo. E’ proprio in nome di famiglie e studenti che noi vogliamo una scuola in cui si assuma come criterio e valore di fondo quello della cooperazione e non quello della competizione.
Non c’è bisogno che il premier ci ricordi a chi appartiene la scuola: stia attento lui, piuttosto, a non dimenticare che la scuola vera la fanno ogni giorno, con passione, competenza e impegno, le persone che ci lavorano, tra mille problemi e difficoltà cui rischiano di aggiungersi quelle derivanti da provvedimenti decisi senza la scuola e contro la scuola.

Roma, 20 aprile 2015

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

SCUOLA: SCIOPERO IL 5 MAGGIO.

Sarà sciopero generale della SCUOLA il giorno martedì 5 maggio, così hanno deciso FLC CGIL -CISL SCUOLA -UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS dandone l’annuncio durante la manifestazione svoltasi oggi in piazza Santi Apostoli ROMA.

Il mondo della scuola presente in piazza con le sue RSU risponde compatto con un NO alla proposta del Governo di consegnare il sistema dell’istruzione nel nostro Paese alle logiche aziendalistiche e di mercato che non sono in grado di risolvere gli squilibri e le disuguaglienze sociali.

Con il DDL proposto dal Governo Renzi le differenze tra scuola e scuola si faranno sempre più marcate, esattamente l’opposto di quanto serve al Paese.

18aprile3

La scuola che cambia il Paese. Appello al Parlamento.

Ci sono anche CISL e CISL scuola fra le trenta associazioni che hanno sottoscritto e diffuso un “Appello al Parlamento” (La scuola che cambia il Paese) per chiedere sostanziali modifiche al disegno di legge in discussione sulla riforma della scuola, segnalandone i molti aspetti che non vanno e soprattutto rivendicando l’apertura di un ampio dibattito nel Paese, non sacrificato dai tempi stretti che si vorrebbero imporre al dibattito parlamentare. Forte la rivendicazione del ruolo da riconoscere ai soggetti rappresentativi della società in un processo di costruzione di linee di riforma tendenti a “delineare una visione generale, il più possibile condivisa, sul nuovo ruolo della scuola nella società della conoscenza”.

La scuola che cambia il paese.

Assemblee sindacali in orario di servizio

Prosegue il percorso di mobilitazione avviata con la manifestazione del 25 marzo scorso con assemblee convocate unitariamente su tutto il territorio genovese per dar voce alla categoria e per contrastare e richiedere cambiamenti sui contenuti del DDL Scuola.

Le assemblee indette da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal seguono il calendario sottoriportato:

CALENDARIO ASSEMBLEE IN ORARIO DI SERVIZIO

    DATA          ORARIO        SEDE ASSEMBLEA                     SCUOLE

10/04/2015        8 11         IC PRÃ (Via Branega 10)         Tutte le scuole del  Distretto 8

10/04/2015        8 11           I.S. “ROSSELLI”                 Tutte le scuole del Distretto 9

13/04/2015        8 / 11            L.S. FERMI                         Tutte le scuole del Distretto 10

13/04/2015        8 11  IPSIA GASLINI MEUCCI (sede Bolzaneto)    Tutte le scuole dei Distretti 11 e 17

14/04/2015        8 l  11             I.S.S. “FIRPO”                Tutte le scuole del Distretto 12 + I.I.S. FIRPO

14/04/2015       8 / 11           Liceo “D’ORIA”               Tutte le scuole dei Distretti 13 e 14 + IC FOCE + L.C.D’ORIA

15/04/2015       8 11            Liceo ”KING”                Tutte le scuole del Distretto 15

15/04/2015       8 11        IPSSAR “M.POLO”           Tutte le scuole del Distretto 16

16/04/2015        8 / 11          LICEO “LUZZATI ”          Tutte le scuole dei Distretti 18 e 19

L’orario dell’assemblea è comprensivo del tempo necessario ai lavoratori per raggiungere la sede di svolgimento e per tornare sul luogo di lavoro.