NUOVO CONCORSO ORDINARIO STEM

In primo piano

Dalle ore 9 di oggi è possibile attraverso Istanze on Line presentare la domanda di partecipazione al nuovo concorso ordinario per le discipline STEM previsto dal comma 18 del DL 73/2021.

La procedura è bandita per i posti che sono risultati ancora vacanti dopo le assunzioni in ruolo della scorsa estate al netto di quelli destinati al concorso straordinario per i precari con tre annualità di servizio che la recente legge di conversione del decreto Mille proroghe ha prorogato al 15 giugno prossimo.

Le discipline STEM sono le medesime del concorso ordinario già espletato lo sorso anno e precisamente :
A020 Fisica
A026 Matematica
A027 Matemtica e fisica
A028 Matematica e scienze (nella scuola media)
A041 Scienze e tecnologie informatiche

Chi può partecipare:

Chi è in possesso dei requisiti già previsti per il precedente concorso STEM.
Per partecipare al nuovo concorso è necessaria una nuova iscrizione, anche per coloro che si siano già iscritti per il primo concorso STEM e indipendentemente dall’esito.
E’ possibile, tramite un’unica domanda, richiedere la partecipazione per una classe di concorso relativa al primo grado e per una del secondo grado e comunque in una unica regione.
E’ previsto il pagamento di un contributo di segreteria pari a 10 euro per ciascuna procedura richiesta che può essere effettuato con le seguenti modalità:

• bonifico bancario sul conto intestato a. sezione di tesoreria 348 Roma succursale IT 33D 01000 03245 348 013 2403 03 – causale ” Concorso ordinario STEM- Regione- classe di concorso- Nome Cognome- Codice fiscale del candidato”

• attreverso il sistema PAGOinRETE accessibile in fase di presentazione della domanda oppure all’indirizzo https://pagoinrete.pubblica.istruzione.it/Pars2Client-user/

Il termine di scadenza per la presentazione della domanda è fissato alle 23,59 del 16 MARZO

Concorso ordinario 2020: I e II grado

Sul sito del Miur è stato pubblicato il calendario delle prove scritte del Concorso ordinario finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della Scuola secondaria di I e di II grado.
Il calendario non comprende tutte le classi di concorso per cui è stata bandita la procedura:nell’avviso si precisa che il calendario delle classi di concorso mancanti verrà comunicato successivamente, previa pubblicazione del relativo avviso in Gazzetta Ufficiale.
Le prove saranno sostenute nella Regione per la quale le candidate e i candidati hanno presentato domanda di partecipazione; a tal fine l’elenco delle singole sedi di esame sarà comunicato dagli Usr competenti, almeno 15 giorni prima della data di svolgimento.
L’inizio delle prove è fissato al 14 marzo, le stesse si svolgeranno sino al 13 aprile 2022.

Trasformazione del rapporto di lavoro del personale della scuola da tempo pieno a tempo parziale e viceversa. Termini e modalità di presentazione delle domande – Anno scolastico 2022 -2023

In primo piano

NoiPA dal 7 marzo cambiano le modalità di accesso.

In primo piano


A partire da lunedì 7 marzo 2022 per accedere all’area personale di NoiPA sarà necessaria l’autenticazione tramite Carta d’Identità Elettronica (CIE) o con Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
Per l’utilizzo di SPID di livello 2, sarà necessario abilitare il servizio One Time Password (OTP) nella propria pagina di profilo accedendo con SPID livello 2, CIE o CNS.
Sarà ancora possibile l’accesso all’area personale di NoiPA con le modalità attuali che prevedono l’utilizzo di codice fiscale e password, ma soltanto per la consultazione di dati e documenti (cedolino, Certificazione Unica, ecc.). Anche in questo caso per accedere ai servizi dispositivi forniti agli amministrati in modalità self service sarà necessario rafforzare tali modalità di accesso abilitando il servizio OTP.
Si precisa inoltre che sempre a partire dal 7 marzo 2022 tutti gli utenti che hanno una email non validata dovranno confermare la validità del proprio indirizzo email. Pertanto al momento dell’accesso, saranno trasferiti nella pagina di profilo ed invitati a confermare l’indirizzo email utilizzando esclusivamente l’autenticazione con SPID livello 2 o superiore, CIE o CNS.

PERMESSI – DIRITTO ALLO STUDIO.

Oggi, lunedì 8 novembre è stato sottoscritto presso l’USR Liguria, il Contratto Integrativo Regionale relativo alla fruizione dei permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio (150 ore) – triennio 2022/2023/2024. Nel C.I.R. sono indicati i criteri per la concessione e fruizione dei permessi in oggetto.

Le domande per la concessione dei permessi retribuiti per il diritto allo studio, relativi all’anno solare 2022, dovranno essere presentate entro il termine del 15 novembre 2021 utilizzando l’apposito modello, da compilarsi in ogni sua parte.

Attenzione:

Le domande del personale scolastico – docenti e ATA – dovranno essere presentate all’
Istituzione scolastica di servizio.

Le domande del personale scolastico con qualifica dirigenziale, invece, dovranno essere presentate direttamente all’USR.

In mancanza delle indicazioni necessarie per l’individuazione del motivo della richiesta, la stessa non potrà essere presa in considerazione.

Gravissimo l’attacco alla sede della CGIL. Sabato 16 ottobre manifestazione nazionale ed antifascista a Roma per il lavoro e la democrazia

L’assalto squadrista alla sede nazionale della Cgil è un attacco a tutto il sindacato confederale italiano, al mondo del lavoro e alla nostra democrazia. Chiediamo che le organizzazioni neofasciste e neonaziste siano messe nelle condizioni di non nuocere sciogliendole per legge”. Lo affermano i segretari generali Maurizio LandiniLuigi Sbarra e PierPaolo Bombardieri, che hanno indetto per sabato 16 ottobre a Roma una grande manifestazione nazionale e antifascista unitaria per il lavoro e la democrazia. “E’ il momento – sostengono i segretari generali di CGIL, CISL e UIL – di affermare e realizzare i principi e i valori della nostra Costituzione. Invitiamo, pertanto, tutti i cittadini e le forze sane e democratiche del Paese a mobilitarsi e a scendere in piazza sabato prossimo”.
Solidarietà alla CGIL e ferma condanna degli atti squadristici è stata espressa in una dichiarazione congiunta dai segretari generali dei sindacati scuola maggiormente rappresentativi. “La devastazione della sede nazionale della CGIL a Roma da parte di un gruppo di violenti squadristi – scrivono Maddalena GissiGiuseppe TuriElvira Serafini e Rino Di Meglio – costituisce un’inaccettabile violazione delle libertà democratiche. Non è concepibile che nel 2021 si sia costretti a ricorrere alle forze dell’ordine per tutelare la normale integrità di una sede sindacale. I colpevoli vanno identificati con rapidità e severità. I sindacati rappresentativi dell’istruzione non si fanno intimorire, restano vigili ed attivi per tutelare la democrazia ed i valori costituzionali e si stringono tutti vicini alla Confederazione CGIL formando virtualmente un muro a difesa delle lavoratrici, dei lavoratori e dei loro rappresentanti. Uniti perché non succeda mai più”.