La procedura di individuazione dei docenti trasferiti o assegnati agli ambiti si compone di due distinte fasi:

  • una prima fase (cfr. commi 79-82 della Legge) per l’individuazione dei docenti da assegnare alle istituzioni scolastiche, sulla base dei criteri espressi da ciascun dirigente scolastico in conformità al Piano triennale dell’offerta formativa e al Piano di miglioramento;
  • una seconda fase (cfr. comma 82 ultimo periodo della Legge) per l’individuazione e l’assegnazione dei docenti alle scuole da parte degli Uffici scolastici regionali nei casi residuali in cui la prima fase non abbia consentito di provvedervi.Nella prima fase, i dirigenti scolastici:
  • individuano un numero congruo di criteri, indicativamente da tre a sei, anche in ordine di priorità, coerenti con il Piano triennale dell ‘offerta formativa e il Piano di miglioramento,corrispondenti alle competenze richieste per l’individuazione dei docenti:
  • pubblicano sul sito istituzionale della scuola, a partire dal:
  • 29 luglio (infanzia e primaria);
  • 6 agosto (scuola secondaria di primo grado);
  • 18 agosto (scuola secondaria di secondo grado)FAQ del MIUR individuazione dei docenti per competenze

Sempre con riguardo alla prima fase, i docenti possono:

  • caricare nell’apposita sezione del sito Istanze On Line, nella quale troveranno, inserito un modello predefinito, il proprio CV dal :
  • 29 luglio al 4 agosto per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria;
  • 6 al 9 agosto per la scuola secondaria di primo grado;
  • 16 al 19 agosto per la scuola secondaria di secondo grado;
  • presentare la propria candidatura ad una o più istituzioni scolastiche dell’ambito di destinazione secondo le modalità indicate nei singoli avvisi, evidenziando la classe di concorso e specificando la corrispondenza ai criteri indicati nell’avviso. L’invio della candidatura via e-mail alla istituzione scolastica costituisce preventiva dichiarazione di disponibilità ad accettare la proposta di incarico, ferma restando la possibilità di optare tra più proposte (cfr. comma 82 della Legge);
  • partecipare agli eventuali colloqui, in presenza o in remoto, per illustrare il proprio CV e acquisire informazioni utili per scegliere tra le diverse scuole;
  • optare, nel caso in cui ricevano una proposta di incarico da diverse scuole, tra una di esse,nel rispetto dei tempi e delle modalità fissati dai singoli avvisi.

Nella seconda fase, ai sensi della normativa vigente, i docenti non assegnati ad alcuna Istituzione scolastica perché le loro candidature non hanno trovato accoglimento o perché non ne hanno presentate o perché il Dirigente scolastico non ha pubblicato il relativo avviso, sono assegnati dagli Uffici Scolastici Regionali alle istituzioni scolastiche.

NOTA MIUR.AOODPIT.REGISTRO UFFICIALE(U).0002609.22-07-2016

Di aldoper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *